Tu sei qui

Street art

Siamo fortemente convinti che la strada sia non solo un’infrastruttura materiale e logistica ma anche un vettore di promozione della cultura, dell’arte e del turismo per la valorizzazione dei territori d’Italia e per la riqualificazione degli spazi urbani, anche attraverso opere di street art.

 


 

GRAArt: la street art colora il Grande Raccordo Anulare

GRAArt

La storia e il mito di Roma rivivono sulle pareti del Grande Raccordo Anulare. Dieci Urban Artist internazionali hanno aderito al progetto GRAArt, promosso da Anas, per valorizzare le infrastrutture di una delle arterie più importanti del Paese, realizzando su rampe e sottopassi opere ispirate al mito della Città Eterna.

GRAArt è un progetto di arte contemporanea urbana ideato da David Diavù Vecchiato, esponente di spicco dell’Urban art in Italia e fondatore di MURo (il Museo di Urban Art di Roma). L’iniziativa è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Il progetto ha dato vita a un nuovo percorso culturale che lega centro e periferia: Il Gra diventa un circuito inedito e originale, un tour da percorrere a tappe che sovrappone vicende della Roma antica a quella della Roma moderna.

Il progetto è stato presentato a Roma il 6 marzo 2017: leggi il comunicato stampa

Per maggiori informazioni visita il sito dedicato: www.graart.it

 


 

Meridianam: sulla SS106 il racconto delle migrazioni nel Mediterraneo

Meridianam

Meridianam è l’opera di street art realizzata dall’artista Smoe su una parete dello svincolo ‘Nalini’ della strada statale 106 Jonica, a Catanzaro Lido. L’iniziativa, patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ed inserita nel progetto “Migrarti”.

Smoe ha voluto raccontare le migrazioni nel Mediterraneo di questi ultimi anni. Il murales si collega all’opera ‘Emigranti’ già realizzata alle porte di ingresso del centro città di Catanzaro, che racconta scene dell’emigrazione italiana ed europea durante i primi anni del ‘900, un viaggio nel passato che vuole essere anche un messaggio per il presente e un invito all’accoglienza per il futuro.

L’opera è stata presentata al Museo Marca a Catanzaro il 24 ottobre 2017: leggi il comunicato stampa

 


 

Due nuovi murales sulla E45

Due nuove opere d’arte finanziate da Anas colorano la strada statale 3bis “Tiberina” (E45) in Toscana e in Umbria.

Sansepolcro

La prima opera si trova nel sottopasso che consente l’accesso alla città di Sansepolcro, in provincia di Arezzo, ed è stata realizzata in collaborazione con il Comune di Sansepolcro e l’associazione CasermArcheologica.

Una delle due pareti è stata realizzata dall’artista e poeta Ivan Tresoldi insieme a Mattia Chus Martini. L’opera si ispira alla vegetazione della Valtiberina con riferimenti alle geometrie di Luca Pacioli e ai cammini dei pellegrini. La seconda parete è stata affidata a Nicola Alessandrini e Lisa Gelli, artisti di esperienza nazionale e internazionale, che hanno lavorato a partire dall'immagine poetica degli uccelli migratori, presenti nella fauna locale, per rappresentare la moltitudine di culture e di esperienze che si intrecciano sul territorio, con riferimenti anche a Piero della Francesca e Luca Pacioli.

L’Associazione CasermArcheologica ha chiesto agli artisti di realizzare i bozzetti delle opere a partire da suggestioni condivise con un gruppo di studenti del Liceo “Città di Piero”. L’opera è stata inaugurata il 19 settembre 2018: leggi il comunicato stampa

Ponte San Giovanni

La seconda opera realizzata lungo  la E45 ha come protagonisti il Grifo e il Leone, i due simboli della città di Perugia, e si trova nel sottopasso che consente l’accesso al quartiere di Ponte San Giovanni.

L’opera, promossa in collaborazione con il Comune di Perugia e il Liceo Artistico “Bernardino di Betto”, è stata realizzata da David Vecchiato (Diavù) dopo un percorso di partecipazione con gli studenti del Liceo, che a loro volta realizzeranno un loro murales nel vicino sottopasso pedonale.

L’artista ha scelto i due simboli di Perugia, reinterpretando i bronzi di epoca medievale realizzati da Arnolfo di Cambio ed esposti a Palazzo dei Priori, per farli scendere a valle ad accogliere i visitatori. Nei due murales c’è anche un preciso riferimento paesaggistico alla zona di Ponte San Giovanni, con le onde che corrono sui due grandi muri e che vanno a comporre le due figure come omaggio al fiume Tevere che scorre a poche decine di metri dal sottopasso.

L’opera è stata inaugurata il 28 settembre 2018: leggi il comunicato stampa

 


 

Puglia: un murales dedicato alla terra e alla natura

Murales_SS101

Una nuova opera di street art impreziosisce il cavalcavia del ponte situato al km 16,700 della strada statale 101 "Salentina di Gallipoli" a Galatina, in località Collemeto, in provincia di Lecce.

Il murales, finanziato da Anas e realizzato da Checkos'Art, con la direzione artistica di 167bstreet, in collaborazione con il Comune di Galatina.

I disegni realizzati raffigurano un tipico paesaggio della campagna salentina, caratterizzato dai colori tipici, nei toni vicini a quelli della terra. Protagonista il volto di una giovane donna, sullo sfondo del paesaggio, che con lo sguardo invita i passanti a soffermarsi, guardando ben oltre il muro. 

L’opera è stata inaugurata l’8 ottobre 2018: leggi il comunicato stampa